Consulenze

L'immagine di un cantiere edile visto dall'alto - Design Build, i vantaggi per il committente

Design-Build, i vantaggi per il committente

Il Design-Build offre al committente una soluzione integrata e efficiente per la realizzazione di un progetto, con benefici in termini di tempo, costi, qualità e gestione del rischio.
Il modello Design-Build coinvolge sia la fase di progettazione che quella di costruzione sotto la responsabilità di un’unica entità.

Ecco, nel dettaglio, cosa comporta scegliere questo tipo di soluzione per il tuo progetto edilizio.

Design-Build, quali sono i vantaggi per il committente?

Quando si parla di Design-Build ci si riferisce alla realizzazione di un progetto di costruzione dove il processo di progettazione e di costruzione sono gestiti dal Design-Builder, un’unica entità che è sia progettista che costruttore.
Questo approccio integrato prende le distanze dal metodo più tradizionale, il Design–Bid–Build (noto anche come Design-tender), dove, per la consegna di un progetto, l’ente che commissiona il progetto (solitamente il cliente o il committente) stipula contratti con entità separate per la sua progettazione e costruzione. Solitamente, prima si assume un architetto o un ingegnere per la progettazione e successivamente si lancia un appalto per la costruzione, basandosi sul progetto realizzato. Questo vuol dire che l’ente deve interfacciarsi separatamente con un architetto o un progettista e con un appaltatore per la costruzione.

Il design-build è un metodo di consegna dei progetti più innovativo, poiché offre diversi vantaggi al committente. Eccoli.

Semplicità, coerenza e flessibilità

Il cliente, avendo a che fare con un unico interlocutore durante tutto il processo, diminuisce il rischio di andare incontro a fraintendimenti o conflitti tra progettisti e costruttori, che in questo caso non sono separati.
Il Design-Build consente una maggiore coerenza, coordinazione e integrazione tra le due fasi del progetto.
Si riducono anche i rischi di disallineamento tra i disegni e le specifiche di progettazione e la loro realizzazione sul campo, e si ottiene, piuttosto, una migliore integrazione di soluzioni efficaci, innovative, oltre che una maggiore flessibilità nel processo decisionale e nella gestione dei cambiamenti.
L’appaltatore, coinvolto fin dall’inizio, può rispondere più prontamente alle modifiche richieste dal committente durante il processo. Tutto questo può sicuramente portare a una migliore qualità del progetto finale e a una maggiore soddisfazione del committente.

Unica responsabilità

Il Design-Builder è responsabile dell’intero ciclo di vita del progetto, dall’ideazione alla sua realizzazione. Questo significa che il committente ha un unico punto di riferimento per tutto il progetto, dalla fase di progettazione alla consegna.
Questo meccanismo, oltre a tradursi in una chiara linea di responsabilità per il Design-Builder e in una maggiore tranquillità per il committente, riduce il rischio di conflitti, ritardi e dispute legali che potrebbero sorgere tra diversi fornitori o subappaltatori durante il progetto, facilitandone la sua gestione.
Inoltre, il Design-Build evita il rischio di ritardi dovuti alle lunghe attese di comunicazione per la risoluzione dei problemi che spesso si creano quando entrano in causa più parti.

Minore onere amministrativo per il cliente

Un’unica entità significa evitare di gestire separatamente, dal punto di vista amministrativo, il processo di progettazione e quello di costruzione. Non dovendo appaltare separatamente la progettazione e la costruzione si ha una riduzione dei costi amministrativi.

Riduzione dei costi

L’integrazione di progettazione e costruzione evita le sovrapposizioni, portando maggiore efficienza nella collaborazione tra i membri del team e migliore gestione dei costi. Eventuali problemi e imprevisti possono, in tal modo, essere identificati e risolti più tempestivamente, riducendo i costi derivanti da cambiamenti in corso d’opera.
Inoltre, la possibilità di negoziare un prezzo fisso per l’intero progetto può offrire una maggiore certezza finanziaria al committente.

Riduzione dei tempi di progetto

Poiché la progettazione e la costruzione procedono simultaneamente, i progetti di Design-Build riescono spesso ad avere tempi di realizzazione più rapidi rispetto ai progetti tradizionali.
L’eliminazione della fase di appalto separata permette di avere un processo più efficiente. Un grande vantaggio che torna utile soprattutto quando i tempi sono critici o si devono rispettare scadenze rigorose.

Maggiore innovazione e collaborazione

Il modello Design-Build può incoraggiare maggiore innovazione e collaborazione tra progettisti e costruttori, poiché sono coinvolti sin dall’inizio del progetto. Questo consente di avere soluzioni più creative ed efficienti.

Una gru vista dal basso in un cantiere

 

Design-Build, scegli un appaltatore affidabile

Il modello Design-Build è un approccio che mira a semplificare il processo di consegna dei progetti, offrendo al committente maggiore controllo sul progetto, riduzione del rischio e dei costi, semplificazione del processo complessivo e miglioramento dell’efficienza e della qualità del progetto.
Tuttavia, è importante selezionare un appaltatore affidabile e competente per massimizzare i vantaggi di questo metodo contrattuale. Il modello Design-Build non è sempre la scelta migliore per tutti i progetti: le sue applicazioni possono variare a seconda delle esigenze specifiche del progetto e delle preferenze del cliente.

TOPTAGLIO, general contractor specializzato in operazioni di rigenerazione urbana, si occupa da anni di progetti Design-Build, grazie alla propria divisione interna specializzata e totalmente dedicata.

Contatta il team di TOPTAGLIO se vuoi avere una consulenza con metodo Design-Build. Ora sai quali sono i vantaggi di avere un unico interlocutore che può seguirti sia nella fase di progettazione che in quella di costruzione.

Vuoi conoscerci meglio?